Gallery

Van Gogh Museum

ArtWork by Vangogh Rembranch/Renoir Adder

Permanent Exhibition of VanGogh Rembranch

“Vangogh Rembranch” profile

Vangogh Rembranch is an artist who deserves a special place: it is a longtime friend and a generous supporter of our charity project ‘Harambee Gwassi-Kenya’ and he often dedicates the sales of his paintings to support our Schools project !
His paintings are real works, which can be seen here: “Cispiarte’s CISPI-art of” album of original paintings and reproduction of authors-Impressionists: http://fotoalbum.alice.it/cispiarte   
——————————————–

RECENSIONI –  vangogh Rembranch
http:/fotoalbum.alice.it/cispiarte
——————————————–
Vangogh Rembranch è un artista che merita uno spazio speciale: amico da molto tempo e generoso sostenitore del nostro progetto solidale Harambee Gwassi-Kenya, spesso dedica la vendita dei suoi quadri per sostenere il progetto delle nostre scuole!
I suoi dipinti sono opere reali, che potete ammirare qui: “Cispiarte’s -l’arte di cispi” album di quadri originali e riproduzione di autori-impressionisti: http://fotoalbum.alice.it/cispiarte   

Le sue opere traggono ispirazione dallo stile del noto pittore Van Gogh, ma trasmettono emozioni particolari, connotando un viaggio assoluto e straordinario tra i profumi di una terra meravigliosa, la nostra bella Puglia. 
I suoi filari di alberi e i vecchi casali, il suo mare e le barche da pesca, i cieli tempestosi o incredibilmente sereni, le nature morte come i vecchi vicoli, ci mostrano paesaggi ancora incontaminati, in cui si fondono sensazioni antiche e moderne. 
Vangogh Rembranch, autodidatta come il suo omonimo, ha saputo modellare la sua identità artistica in modo eclettico, dedicandosi sia alla riproduzione di famosi “quadri d’autore”, sia a opere personali che spaziano dall’impressionismo al simbolismo al realismo. Un viaggio artistico che si riflette nei soggetti e che trasmette immagini di luoghi senza tempo, con pennellate di colori e luci che si fondono in un’improvvisa modernità… dai vicoli di Ostuni, alle marine, dai boschi ai giardini fioriti sino all’ironico autoritratto, ovviamente in stile .. Vangogh!!!

prof Loredana Gatta 
27 agosto 2013
——————————————————-
X Vangogh Rembranch

Il viaggio incomincia dallo sguardo, dagli occhi, per poi procedere velocemente nella mente e nel cuore. 
E’ un’esplosione di piacere vedere questi dipinti che parlano con i colori, con le ombre e con le luci…con una personale (seppur fedele) rappresentazione di altre opere.
E che dire dei paesaggi della sua Terra? : cieli striati, case silenti in lontananza, incredibili riflessi argentei sul mare…
Sentimenti, sensazioni, ricordi che riaffiorano, emozioni….
E’ un errore pensare che l’Arte sia una tecnica riservata e comprensibile solo a pochi intenditori; l’arte è una manifestazione emotiva e l’emozione parla un linguaggio universale comprensibile a tutti.
Ed é l’emozione che prorrompe dai quadri di questa mostra!
Termino con una frase di Vincent Vangogh (1853-1890) che, secondo me, coglie appieno tutto ciò che questo Artista riesce a trasmettere….. “In un quadro vorrei dire qualcosa di consolante, come una musica…”

Complimenti Pino!
Rosmyna
——————————————————-
 Sono quadri spontanei quelli di “Pino” che denotano un grande amore per l’arte, vissuta da lui come “musa incantatrice”. Il suo amore per gli impressionisti nasce dalla necessità di aprire un proficuo dialogo con i Gran Maestri, nell’intento di chi spinto dal gusto della scoperta sente di dover indagare nel campo della tecnica, per interpretare stilisticamente le immagini. Nel suo pacato interessante processo di ricerca, ha subito il fascino discreto di numerosi artisti e pur non abbandonando le copie d’autore alla ricerca di nuove suggestioni, seguendo la sua particolare predilizione per il figurativo ha dipinto “Vicoli della vecchia Turi”. Pino, pur essendosi trasferito, è rimasto legato ai cari luoghi dell’infanzia felice e festopsa, che si consumava tra quei vicoli, allora pieni di vita. Oggi gli stessi vicoli costruiscono nella mente dell’artista forte e forse troppo a lungo accarezzata, le bianche e strette viuzze, traboccanti di vita e di vissutte squarciano il tempo e si presentano immerse in un’atmosfera nostalgica, malinconica e desertica … emotivamente partecipante.

Prof. Atonia Colucci
Prof. Vincenzo Girolamo

Turi, Agosto 2000
——————————————————-
Una pittura pregna di colori ed espressività contraddistingue le opere di Pino, un autodidatta che riproduce e ripropone l’impressionismo nella sua totalità. Paesaggi rappresentati con meticolos accostamenti cromatici che introducono in un mondo spontaneo ed immediato la cui realtà è accentuata liberando tutta la forza e l’energia dei colori. Se pur privo di uno stile accademico, Pino quale acuto osservatore della realtà, si dimostra un artista entusiasta e capace.

Prof. Micucci Domenico
Anatomia Artistica
Accademia delle Belle Arti di Urbino

Show More

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Close